FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 273: Al di là dell’Orrore – Die Nackte und der Satan (1959)

Ben ritrovati a questa nuova puntata della rubrica dedicata al mondo dei film di anticipazione dei tempi andati (ovvero della fantascienza d’Antan). Quetsa volta il nostro TARDIS si sofferma in Europa, nella Germania (allora Ovest), per un film che mescola temi dalla saga di Mabuse e da Frankestein: Al di là dell’Orrore – Die Nackte und der Satan (1959)

La locandina del film

La locandina del film

La sched(in)a

Titolo originale Die Nackte und der Satan
Altri titoli The Screaming Head, A Head for the Devil, Des Satans nackte Sklavin, The Head

Lingua originale tedesco
Paese di produzione Germania
Anno 1959
Durata 97 minuti
Dati tecnici B/N
Genere fantascienza, orrore
Regia Victor Trivas
Distribuzione:
WARNER BROS.
Sceneggiatura:
Victor Trivas
Fotografia:
Georg Krause
Montaggio:
Friedel Buckow
Musiche:
Jacques Lasry, Willy F. Mattes
Produzione:
RAPID FILM

Il cast

Horst Frank: Brandt (Odd)
Michel Simon: Dr. Abel
Karin Kernke: Irene Sander
Helmut Schmid: Bert Jaeger
Dieter Eppler: Paul Lerner
Kurt Müller-Graf: Walter Burke
Paul Dahlke: Commissario Sturm
Christiane Maybach: Stella (Lily)

Locandina italiana

Locandina italiana

Un po’ di storia

Il professor Abel ha inventato il “siero Z” che può mantenere in vita organi di animali morti collegandoli ad una macchina avveniristica. Sofferente di crisi cardiache, l’uomo ordina al dottor Ood di trapiantare il suo cuore in caso di un attacco mortale e quando il temuto evento si verifica, l’assistente, dopo aver messo ko il vecchio assistente, che voleva bruciare il corpo del dottore malato, segue scrupolosamente le indicazioni del maestro, ma con intenti “leggermente” diversi: di Abel sopravvivono, infatti, soltanto il cervello e la testa amputata. Reso folle dall’ebbrezza del successo e sapendo di poter costringere quanto resta di Abel a collaborare, il dottore continua altri spaventosi esperimenti che culminano nel trapianto della testa di Irene – infermiera dal viso bellissimo ma dal corpo sgraziato – sulle membra perfette di Lilly, splendida spogliarellista. Irene, spaventata, si reca nel locale in cui lavorava Lilly e scopre che è morta in un incidente mesi prima. Lo scultore che aveva una relazione con la ballerina le rivela tutto questo e la convince a ballare. Irene non ha mai ballato, ma dimostra talento naturale. Irene capisce che il suo corpo è quello di Lily e affronta iil mad doctor che gli rivela tutto, mostrandole anche la testa di Abel. Irene riesce a fuggire dalle grinfie del dr. Ood e si rifugia dallo scultore, a cui rivela tutto. Odd però, con uno stratagemma, la cattura e la riporta nella villa, mentre l’aiutante racconta al prof. Abel dell’omicidio del suo collega. Abel gli chiede di strappare i fili che lo tengono in vita, ma Ood ritorna in quel momento. Ood rivela di essere stato anche lui il risultato di un esperimento che ne ha potenziato il cervello portandolo, però, alla follia.
Lo scultore avverte la polizia. L’assistente tenta di liberare Irene ma viene ferito da Ood. Lo scultore ee la polizia si precipitano nella villa, trovano Irene, l’assistente ferito e il laboratorio in fiamme con la etsta di Abel. Ood tenta la fuga maa causa di un improvviso attacco di follia, precipita al suolo e muore.

Analisi

Al di là dell’orrore è puro weird anni ’50 con (sparuti) echi dell’Espressionismo tedesco ormai quasi dimenticato. Girato in bianco e nero, il film ruota attorno ad un “villain” simile, sia per atteggiamento che per l’aspetto, ai personaggi negativi di film come M – Il mostro di Dusseldorf e, soprattutto, Il gabinetto del Dottor Caligari (a cui il corpulento scienziato assomiglia). Il film potrebbe anche essere visto come una rivisitazione del Frankenstein di Mary Shelley, più che altro nella versione cinematogarfica, di cui riprende l’idea del servo (deforme, coome nella parodia Frankestein jr., a sua volta esperimento non proprio riuscito benissimo) che decide sfruttare il proprio genio per utilizzare in modo improprio le scoperte del suo padrone. nteressanti le riflessioni etiche sul limite della scienza e, soprattutto, sul rapporto mente/corpo, con la donna deforme che, operata innestando la testa sul corpo della ballerina, inizia a comportarsi e a sentire come la balleriina. Ma sono solo accenni e poco più.
Detto questo, Al di là dell’orrore è un film senza infamia e senza lode: non presenta particolari sequenze memorabili né idee originali. La fotografia è assai nitida e il bianco e nero luminoso, gli attori portano a casa un’interpretazione nella norma, con una nota di merito al malvagio e leppego Dr. Ood di Horst Frank, e i pochi effetti speciali, se così si possono chiamare, sono ingenui ed artigianali.

Recensioni

“La presenza del “mostro sacro” Michel Simon (nel ruolo del professor Abel) e le scenografie di Hermann Warm (che al suo attivo ha il celebre Gabinetto del dottor Caligari) conferiscono al film le giuste atmosfere per farlo apprezzare.” IMDB

“I realizzatori di questo ennesimo ‘film dell’orrore’ non hanno mancato di sfruttare puntualmente le numerose e facili occasioni loro suggerite dalla macabra vicenda, per provocare e tener desta, fino alla prevedibile conclusione, l’ansia e l’attenzione dello spettatore. Al di fuori della sua truculenza, il film non può vantare qualità d’ordine estetico.” (‘Segnalazioni Cinematografiche’, vol. 49, 1961)

Curiosità

Ultimo film di Victor Trivas (già sceneggiatore di El Moderno Barba Azul), conosciuto negli Stati Uniti con i titoli: A Head for the Devil, The Head, The Screaming Head.
Horst Frank (vero nome Horst Bernhard Wilhelm Frank) interpreta il Dr. Ood. Tedesco, ha partecipato a film come La vendetta di Fu Manchu, Preparati la bara!, Il gatto a nove code e a serie come L’ispettore Derrick. È morto nel 1999 a 69 anni.
Victor Trivas, il regista e sceneggiatore della pellicola, è stato nominato all’Oscar per la sceneggiatura de Lo straniero di Orson Welles.

Voto

voto 2,5 di 5 (si può vedere)

la testa dello scienziato staccata dal corpo

la testa dello scienziato staccata dal corpo

multimedia

Il trailer (in inglese)

Il film in inglese

Link esterni

La scheda di Al di là dell’Orrore – Die Nackte und der Satan (1959) da Wikipedia
La scheda di Al di là dell’Orrore – Die Nackte und der Satan (1959) da Coing Soon
La scheda di Al di là dell’Orrore – Die Nackte und der Satan (1959) da il Bollalmanacco del cinema
La scheda di Al di là dell’Orrore – Die Nackte und der Satan (1959) da il Cinematografo
La scheda di Al di là dell’Orrore – Die Nackte und der Satan (1959) da ilDavinotti online

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...